Pensare positivo, un toccasana per la salute e la linea

Pensare positivo aiuta a raggiungere gli obiettivi ed è un toccasana per la salute e la linea

Pensare positivo ha i suoi vantaggi: ne beneficia l’umore, la salute e persino la linea.

Le persone ottimiste, infatti, sono in media più felici, più in salute e di maggior successo.

A sostenerlo non siamo, ma la scienza.

La PNEI, scienza che studia il rapporto tra psiche (P), sistema nervoso (N), sistema endocrino (E) e sistema immunitario (I) ha dimostrato che esiste una correlazione diretta tra emozioni, salute e malattia.

Non solo la psiche è direttamente coinvolta nella comparsa di alcune patologie (dermatiti, malattie psicosomatiche, eczemi..), ma l’origine di gran parte delle malattie sarebbe da ricercarsi nelle nostre scelte di vita e nelle relazioni con l’ambiente esterno e con gli altri.

positivoDetto in altri termini, saremmo noi stessi con le nostre scelte e lo stile di vita a determinare il nostro benessere (o malessere).

La conferma arriva anche dall’ OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) che, di recente, ha dichiarato che il 97% delle patologie mondiali sono indotte da un errato stile di vita.

Buona parte delle malattie che ci colpisce è causata da scelte sbagliate.

Pensare positivo fa bene allo spirito e al corpo

In certe situazioni sembra impossibile essere fiduciosi e non lasciarsi sopraffare da ansia e frustrazione, eppure la scienza mostra chiaramente quanto sia importante per la nostra salute avere un atteggiamento positivo.

Cosa accade al nostro corpo quando siamo felici?

Quando siamo contenti liberiamo alcune sostanze chimiche, come endorfine, serotonina, dopamina, che influiscono positivamente sull’equilibrio generale del corpo – queste sostanze sostanze vengono liberate dal nostro corpo anche quando facciamo attività fisica ed è la ragione per cui si dice che il movimento fa bene al corpo e alla mente.

Quando siamo arrabbiati, invece, stimoliamo la secrezione di cortisolo e adopamina.

Cortisolo e adopamina, noti anche come ormoni dello stress, sono all’origine di molti disturbi metabolici, problemi gastrointestinali, disturbi del sonno, malattie cardiovascolari….

Un atteggiamento positivo, quindi, è determinante per superare i problemi e raggiungere gli obiettivi, ma è d’aiuto anche nell’assicurare il nostro benessere.

Pensare positivo aiuta a dimagrire

Se “l’ottimismo risolve la metà di ogni problema”, è altrettanto vero che un atteggiamento positivo è indispensabile per il successo di un programma di dimagrimento.

Molti programmi falliscono perché non si riesce a tenere alta la motivazione, o perché la dieta è vissuta come privazione e sacrificio.

Pensare positivo aiuta a dimagrire

Pensare positivo aiuta a dimagrire

Figurella lo sa bene ed è per questo che alle signore che frequentano i propri centri non propone una dieta da fame o conta-calorie, ma insegna loro un nuovo comportamento alimentare fatto di scelte più sane e consapevoli.

La conferma dell’importanza di un atteggiamento positivo per raggiungere gli obiettivo arriva anche dall’Università dell’Arizona.

Secondo uno studio pubblicato sul Journal Academy of Nutrition and Dietetics, un atteggiamento positivo porta a scelte alimentari più salutari e a risultati più duraturi.

I vantaggi di pensare positivo quando si fa una dieta?

Non solo si raggiunge l’obiettivo più rapidamente e con più soddisfazione, ma quel che è certo è che i kg persi non verranno ripresi.

E allora… dont’ worry, be positive!

Perché pensare positivo fa bene alla salute e alla linea! 🙂

Scopri di più sul Metodo Figurella