Sandra: la salute dopo la malattia

Gennaio 2019, sono due anni esatti che ho iniziato la mia “avventura” con Figurella.

 

Quando ho varcato per la prima volta il portone del Centro avevo un bel sovrappeso, qualche dubbio e molte speranze. Come ho deciso? Le mie analisi avevano dei valori borderline: glicemia, uricemia, colesterolo… risultati di diete e attività in palestra pari a zero, come allungavo il passo mi veniva il fiatone.

 

Un giorno nel corridoio della mia scuola ho incrociato Alessandra, una cara amica e collega da più di trent’anni, aveva una bottiglia in mano con un liquido ambrato (stava sorseggiando una tisana) e un bel sorriso, era dimagrita e piena di energia; ammirata le chiesi come avesse fatto e parlandomi di Figurella mi disse una frase che mi accese una speranza: “Io mi sento bene non solo fisicamente, sto bene di testa”. Incoraggiata presi un appuntamento e da quel giorno a giugno 2018 con tredici chili meno, analisi perfette, morale positivo e grazie all’incoraggiamento e al controllo costante delle mie “angeli custodi”, ho affrontato le mie vacanze estive con un’energia che non sentivo da anni.

 

Passati luglio e agosto, i primi giorni di settembre ho ripreso l’attività fisica e rinnovato il regime alimentare, quando una mattina mi sono svegliata con un formicolio generalizzato in tutto il corpo e dopo cinque giorni esatti sono stata ricoverata in ospedale: ero paralizzata dalla testa ai piedi, impossibilitata a camminare, a deglutire e ad articolare una frase, mi hanno diagnosticato la Sindrome di Guillan Barrè, una poliradicomielite acuta. Dopo quattordici giorni di ospedale, al momento della dimissione i medici avevano emesso una prognosi per il recupero di tre mesi; invece, dopo 37 giorni dalla dimissione, grazie ad una adeguata fisioterapia, al controllo in Neurologia sono stata dichiarata guarita.

 

Mi hanno spiegato che il mio corpo si era ripreso in tempi rapidi anche grazie all’attività fisica costante, i miei muscoli tonici e attivi avevano reagito bene allo tsunami che li aveva investiti, perciò mi hanno consigliato di riprendere subito il mio percorso sia fisico sia alimentare, determinante per il genere di patologia che mi aveva colpito.

 

A metà novembre, con emozione da parte mia, sono stata accolta con gioia da tutte le amiche che con me condividono quell’ora e mezzo magica e dalle “fab four” Azzurra, Francesca, Francesca e Romina, che per tutto il periodo della mia convalescenza mi hanno sostenuto con la loro vicinanza .

 

Finalmente ero tornata a casa!

 

Sandra

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi